Sono chimico computazionale e scrittore. E sono spacciato.

Natura morta: ragazzino su lapide.


Posted on July 13th 2011, by Arturo Robertazzi in #DcSc, DestinazioneCuoreStomacoCervello. No Comments

L’11 luglio a Srebrenica si ricordano le vittime del massacro più grave avvenuto in Europa dalla seconda guerra mondiale (16 anni fa, più di 8.000 musulmani furono uccisi in pochi giorni dalle forze serbe).

Il giorno dopo, il 12 luglio, a pochi chilometri da Srebrenica, i serbi celebrano le gesta dei soldati caduti durante la guerra, gli stessi che hanno partecipato alle torture, agli stupri, al genocidio. Questo avviene a Bratunac, che prima della pulizia etnica, era territorio musulmano. I serbi, nel commemorare i proprio “eroi”, a volte indossano una T-Shirt con la figura di Mladić.

In questa foto, i parenti delle vittime di Srebrenica posano dietro la lapide di Slavisa Buric, soldato serbo ucciso nel 1993, un ragazzino di 18 anni, in attesa che a Bratunac cominci la commemorazione.

In Bosnia la riconciliazione è ancora utopia.





Leave a Reply

Licenza Creative Commons