Sono chimico computazionale e scrittore. E sono spacciato.

Goran Hadžić a pag. 67.


Posted on July 21st 2011, by Arturo Robertazzi in #DcSc, DestinazioneCuoreStomacoCervello. No Comments

«(…) C’era un uomo che piangeva, le sue ginocchia tremavano e perdeva sangue dall’orecchio, sì sì… dall’orecchio. Mi guardava, poi qualcuno gli ha sparato, l’ha raccolto e l’ha spinto nel buco… Ricordo che alla fine della giornata, quando tutti erano morti, delle ruspe enormi hanno coperto il buco con la terra… siamo tornati al campo che era già notte…»

Così Emir, il bambino cecchino di Zagreb, racconta il massacro dell’ospedale di Vukovar.

Di questo crimine, e di molti altri, è accusato Goran Hadžić, leader politico della Repubblica Serba di Krajina, arrestato ieri.

“Questa mattina alle 8.24, nella regione di Fruska Gora, Goran Hadžić è stato arrestato”, conferma il presidente della Serbia Tadic. Non sono molti i dettagli, ma, continua Tadic, ormai i serbi hanno chiuso “il capitolo più difficile con il Tribunale dell’Aja”. A soli due mesi dall’arresto di Mladić, infatti, anche l’ultimo nome sulla lista dei ricercati dal Tribunale Internazionale è stato consegnato.

La Serbia ha voglia di Europa.





Leave a Reply

Licenza Creative Commons