Sono chimico computazionale e scrittore. E sono spacciato.

Life Plan.


Posted on May 13th 2012, by Arturo Robertazzi in #DcSc, DestinazioneCuoreStomacoCervello. No Comments

… Che poi ieri sera, dopo il Salone e dopo una grappa barricata, arrivato in hotel, prendo l’ascensore per il mio terzo piano e ci incontro un uomo con giacca, camicia azzurra e pantaloni grigi. Solito tipo cinquantenne. Nel classico imbarazzo da ascensore, osservo i numeri passare dallo zero, all’uno, al due, aspettando impaziente l’arrivo del tre. Intanto noto che il tipo sulla cinquantina ha in mano un blocco di quadernetti. Segue il mio sguardo e mi dice: “Eccotene uno, dentro dovrai scriverci le cose importanti della tua vita”.

Accetto volentieri, mentre il terzo piano è lì che mi aspetta.

Lascio l’ascensore, auguro la buona notte, e, alla porta della mia stanza, prima di prendere le chiavi, guardo il quadernetto. C’è scritto “life plan”.

Infilo le chiavi nella serratura e, sorridendo, penso che io un piano della mia vita non ce l’ho ancora.





Leave a Reply

Licenza Creative Commons