Arturo Robertazzi - Scrittore Computazionale

Il lusso degli autori di oggi.


Posted on May 21st 2012, by Arturo Robertazzi in #DcSc, DestinazioneCuoreStomacoCervello. 5 comments

Ormai è un anno, da quando Zagreb è nelle librerie, che interagisco con i lettori tramite Twitter. A volte sono dei complimenti, a volte delle critiche, come è giusto che sia. È un anno che succede eppure solo un paio di giorni fa ho compreso a pieno la fortuna di cui gli autori di oggi possono godere.

Appena terminato di leggere un romanzo, per esempio, il lettore può collegarsi al computer mandare un tweet e dire, come ha fatto @mydemian: “Finito poco fa Zagreb. M’è piaciuto abbastanza. Non ho apprezzato molto quelle tante ripetizioni. E presto mi informerò sul resto”.

Da questo primo tweet, abbiamo poi approfondito, per quanto si possa approfondire in 140 caratteri, cosa gli è piaciuto e cosa no di Zagreb. L’intera conversazione è in questo storify.

Soddisfatto della nostra breve interazione ho poi scritto un tweet che diceva così: discutere con un lettore via Twitter del proprio romanzo è un’esperienza che solo gli autori del nostro tempo hanno il lusso di vivere.

Pensateci è proprio così: per la prima volta nella storia della narrativa, un autore può ricevere il parere sulla propria opera da un qualunque lettore da qualunque parte del mondo in qualunque momento.

Un’interazione così immediata e diretta non è mai esistita prima. Ed è solo l’inizio: questo grado di interazione non può che comportare delle conseguenze nel ruolo dell’autore e del lettore e nel rapporto, che è ancora così strutturato, tra i due.

Ho scritto spesso che il digitale avvicina i due poli estremi della realizzazione di un libro, l’autore e il lettore, e ne sono convinto. Capire cosa succederà da qui in avanti è, però, difficile dirlo.