Sono chimico computazionale e scrittore. E sono spacciato.

Cosa si aspetta il lettore dal blog di uno scrittore? #BlogScrittore


Posted on June 14th 2012, by Arturo Robertazzi in #DcSc, DestinazioneCuoreStomacoCervello. 2 comments

Destinazione Cuore Stomaco e Cervello (#DcSc) è nato qualche anno fa ormai. Insieme abbiamo fatto parecchia strada, ma è ora di cambiare.

Il design, per esempio, non è più “state-of-the-art”. Troppi colori, troppi fronzoli. La lettura sui device mobili è un po’ difficoltosa e stanca già alla terza lettura. I contenuti, poi, vanno rinfrescati e semplificati. Troppi, forse, i riferimenti personali, troppo pochi gli articoli di scrittura.

Sono due gli aspetti importanti, quindi: il Design e i contenuti.

Cosa dovrebbe essere messo in evidenza? I commenti dei lettori, per esempio, cioè, dovrebbe essere il blog una specie di forum di scrittura? Oppure dovrebbe essere semplice e focalizzato sugli articoli appena pubblicati?

Cosa dovrebbe contenere il blog? Discussione sulle problematiche tipiche dello scrittore? Informazioni sul romanzo in stesura? Gli articoli “personali” sulla vita dello scrittore?

Ecco, si è capito, no? Da settembre rinnoverò il blog e ho bisogno di aiuto.

Per questo vi chiedo: cosa si aspetta il lettore dal blog di uno scrittore?





2 Responses to “Cosa si aspetta il lettore dal blog di uno scrittore? #BlogScrittore”

  1. Antonio says:

    Trovo i tuoi post sempre molto interessanti e stimolanti, quindi non credo che il tuo blog soffra di problemi di contenuti. Probabilmente anche l’architettura di un blog dovrebbe esprimere l’idea di scrittura di un autore, rientrando in pieno nel frutto della sua creatività.
    Almeno a me piace approdare sul blog di uno scrittore e “cadere” nel suo mondo. E il suo mondo è anche il suo modo di catalogare i contenuti, di scegliere gli argomenti, di progettare un layout. Ovvio che deve trattarsi comunque di un sito usabile.

    L’unica cosa che invece proprio non sopporto sono gli scrittori che insegnano a scrivere o che parlano di scrittura, anche quando sono i miei scrittori preferiti.
    Se vado nel ristorante di un grande chef voglio degustare i suoi piatti e non ascoltare la declamazione delle sue ricette. Ma questo è un discorso lungo e un’opinione personalissima. Lo dico in riferimento al tuo accenno ad un eventuale forum di scrittura.
    Preferisco invece trovare sul blog testi brevi che l’autore non ha voluto/potuto pubblicare altrove, integrazioni a testi già pubblicati, anticipazioni su quello che sta scrivendo. In quest’ultimo caso per lo stesso scrittore potrebbe essere utile un’interazione con i propri lettori.
    Infatti di una cosa sono certo: i commenti dei lettori restano la linfa vitale di ogni blog, ma forse è sufficiente lasciarli alla fine di ogni post come prevede lo standard e come già succede ora in questo blog.

    Sono certo che seguendo il tuo istinto farai certamente un buon lavoro.
    Per il resto in bocca al lupo!

  2. Marcolinorules
    Twitter: marcolinorules
    says:

    Fai in modo che quando si commenta il tuo blog arrivi una mail con gli eventuali commenti al commento :)

Leave a Reply

Licenza Creative Commons